Pubblicato in: Poesie

Specchio

20140417_090150

Oggi qui a Vilnius – con quasi un mese di ritardo – è arrivata la primavera! “Più azzurro il suo pezzo di cielo…” e tutto sembra più bello. Vi dedico la poesia di Quasimodo, senza aggiungere altro.

Ed ecco sul tronco
si rompono le gemme:
un verde più nuovo dell’erba
che il cuore riposa:
il tronco pareva già morto,
piegato sul botro.

E tutto mi sa di miracolo;
e sono quell’acqua di nube
che oggi rispecchia nei fossi
più azzurro il suo pezzo di cielo,
quel verde che spacca la scorza
che pure stanotte non c’era.